Agenda di storia templare: settimana dall’18 al 24 marzo

18 marzo 1271: Carlo I d’Angiò ordina all’erario di Puglia di consentire ai Templari di
esportare, da qualsiasi porto della regione, 2000 salme di frumento e di orzo, per inviarle a San Giovanni d’Acri.
18 marzo 1310: Fra’ Riccardo de Albaruxia, precettore delle case templari di Murello, Vercelli, Casale Sant’Evasio (Casale Monferrato), e luogotenente del maestro d’Italia, dichiara di possedere una pezza di terra nel territorio di Murello.
18 marzo 1314: Sul rogo allestito sull’Ile des Juifs, in mezzo alla Senna, muore Jacques de Molay, XXIII ed ultimo maestro generale dell’Ordine del Tempio. Con lui viene arso fra’ Geoffroy de Charny, precettore di Normandia.
File:Templars Burning.jpg

Il rogo di Jacques de Molay da un miniatura tratta dalle Chroniques de France
ou de St Denis (Londra, British Library, Royal MS 20 C vii f. 48r).

19 marzo 1136:Il vescovo ed i co-signori della città di Saint-Paul-Trois-Château (Provenza) donano all’Ordine del Tempio la chiesa di Saint-Jean con il palazzo contiguo ed altri beni.

19 marzo 1265: Clemente IV chiede l’aiuto dell’Ordine del Tempio per la spedizione armata contro il Regno di Sicilia.

20 marzo 1312: Clemente V emana la bolla “Vox clamantis in excelso” che sospende l’Ordine del Tempio «non senza amarezza e tristezza d’animo, non per sentenza di giudizio ma per provvedimento o decisione apostolica».
22 marzo 1211: Innocenzo III affida ai vescovi di Ancona, Jesi e Fano l’incarico di dirimere la controversia fra i Templari di San Filippo de Plano ed il vescovo di Osimo.
24 marzo 1299: La domus di Santa Maria del Tempio di Parma versa una decima pari a 10 soldi imperiali, per la prima e la seconda scadenza del primo anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.